Business

Caso Puigdemont, sospeso il processo in Italia: «Per ora niente estradizione»

L’ex presidente catalano

La Corte d’appello di Sassari accoglie la richiesta della procuratrice generale e dell’avvocato difensore: attender la definizione del procedimento sull’immunità

di Davide Madeddu

Catalogna, Puigdemont: “Sono libero e continuerò a combattere”

2′ di lettura

Decisione sospesa. Per il pronunciamento sull’estradizione dell’ex presidente della Catalogna e attuale parlamentare europeo Carles Puigdemont si dovrà attendere la posizione della Corte di Giustizia europea sull’immunità.

Decisione sospesa

La Corte d’appello di Sassari ha sospeso il procedimento a carico dell’ex presidente catalano. Il collegio, accogliendo la richiesta della procuratrice generale Gabriella Pintus e dell’avvocato difensore Agostinangelo Marras, ha ritenuto fondata l’opportunità di attendere la definizione del procedimento pendente su Puigdemont, relativo all’immunità, e alla questione pregiudiziale al vaglio della Corte di Giustizia europea.

Loading…

Nodi da sciogliere

«La corte d’appello di Sassari ha sospeso la decisione in attesa che vengano particular due questioni preliminari davanti alla Corte europea – ha detto l’avvocato Marras, legale dell’europarlamentare – . Una riguarda l’immunità di Puigdemont, l’altra la competenza del giudice spagnolo a emettere un provvedimento quale quello che ha emesso».

Indipendentisti in piazza

Ad attendere l’arrivo del chief indipendentista, arrestato lo scorso 23 settembre all’aeroporto di Alghero in base a un mandato internazionale sollecitato dall’autorità giudiziaria spagnola e rilasciato il giorno dopo, gli indipendentisti sardi cui si sono aggiunti quelli corsi e altri catalani. Circa cento persone che, davanti al tribunale di Sassari, hanno acclamato Puigdemont al grido “libertà, libertà”.

Scopri di più

Le reazioni

All’uscita dal tribunale, dopo la sospensione del procedimento di estradizione a suo carico, il chief indipendentista si è limitato a un «sono molto contento». A parlare con i numerosi cronisti, il suo avvocato. «Anche la Corte ritiene che si debbano preliminarmente risolvere due problemi – ha detto -: il primo riguarda l’immunità, il secondo è legato al fatto che in casi analoghi la giustizia belga non ha voluto dare esecuzione nei confronti di altro indagato, discutendo sulla legittimità del giudice advert emettere il provvedimento. In entrambi i casi, si dovrà decidere prima che riprenda il processo nei confronti del presidente Puigdemont».

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button