Business

Siena calcio, l’ex patron Mezzaroma condannato. Ma cadono le accuse più gravi

Sentenza

Tre anni per omesso versamento Iva e bancarotta. Assoluzione da tredici capi d’accusa su quindici. Assolti gli altri sette imputati

2′ di lettura

L’ex presidente del Siena calcio, Massimo Mezzaroma, è stato condannato a tre anni per omesso versamento Iva e bancarotta fraudolenta. Assoluzione piena, invece «da tutte le imputazioni che ipotizzavano una connessione tra le operazioni strategiche che ne hanno caratterizzato la gestione e il fallimento della società, con conseguente pronuncia ampiamente liberatoria per le relative accuse di bancarotta», spiega il difensore, l’avvocato Emilio Ricci. Gli altri sette imputati accusati a vario titolo per il crac sono stati tutti assolti.

L’accusa

L’ex presidente Mezzarona è stato condannato per l’omesso versamento dell’Iva relativamente all’anno 2012, pari a 4 milioni 352 mila 734 euro (di cui il Tribunale ha disposto la confisca) e per la bancarotta fraudolenta ma limitatamente all’ipotesi di distrazione di 1.246.520 euro in favore di ’Progetto Siena’ che dalla stagione 2011-2012 gestiva in through principale l’incasso di abbonamenti e biglietti.

Loading…

Assolto da 13 capi d’accusa su 15

L’avvocato Emilio Ricci, difensore di Mezzaroma nel processo che si è concluso al Tribunale di Siena, precisa che «è stata accolta, attraverso l’assoluzione da tredici capi di imputazione su quindici, la ricostruzione difensiva, in base alla quale il fallimento della società non period dipeso dalle scelte gestionali compiute durante la presidenza Mezzaroma».

Nessun risarcimento danni a Mps

Il Tribunale, continua l’avvocato Ricci, «ha riconosciuto la responsabilità del supervisor solo con riguardo advert un’ipotesi di omesso versamento iva e per una residuale ipotesi di bancarotta relativa al mancato recupero dei proventi della vendita dei biglietti da parte della società controllante, contestazioni residuali rispetto alla complessità dell’impianto accusatorio originario.Quale difensore di Mezzaroma sono complessivamente soddisfatto del risultato, annunciando però appello per i due reati per i quali vi è stata condanna, certo che in quella sede potranno cadere anche le due residuali accuse.Significativo che nessun risarcimento sia stato riconosciuto al Monte dei Paschi di Siena, che si period costituito parte civile rispetto a tutti i capi di imputazione».

Scopri di più

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button